Informazioni su Android

Dai fatti alla terminologia, scopri in che modo Android sostiene il mercato dei dispositivi mobili.

Fatto #01

A differenza di molti sistemi operativi per dispositivi mobili, Android consente ai produttori di modificare il codice del sistema operativo e non richiede commissioni per la licenza.

Fatto #02

Ogni nuovo aggiornamento di Android è un sistema operativo per dispositivi mobili open source, completamente funzionale e gratuito, che può essere utilizzato dai produttori per realizzare dispositivi.

Fatto #03

A partire dal 2008, Google ha pubblicato 24 versioni del sistema operativo Android e continua a fare investimenti considerevoli per favorirne lo sviluppo, la crescita e il potenziamento.

Fatto #04

Nessuno è obbligato a preinstallare la suite di app di proprietà di Google per poter accedere, utilizzare o distribuire il sistema operativo Android. Ad esempio, il tablet Amazon Fire supporta un sistema operativo realizzato utilizzando Android, tuttavia non include app Google preinstallateThe Digital Reader - How to Download and Install Apps from Google Play for Your Fire Tablet - October 2015.

Fatto #05

Microsoft ha collaborato con 74 produttori Android in 25 paesi per precaricare i suoi famosi servizi e app di produttività su numerosi tablet e telefoni Android, tra cui i modelli Samsung Galaxy S6, Sony Xperia Z4 e LG G Pad 2.

Fatto #06

Anche se la suite di app Google è preinstallata in un telefono, i produttori e gli operatori di telefonia mobile spesso decidono di preinstallare app simili che possono variare da dispositivo a dispositivo (ad esempio app per le email, di messaggistica, browser e media player).

Fatto #07

Nei telefoni più diffusi nel 2016 in Germania, in Francia e nel Regno Unito, solo il 29% delle app preinstallate è di Google. Il restante 71% proviene da produttori di dispositivi, operatori di telefonia mobile e altre aziende quali Facebook.

Fatto #08

Le app su Android hanno maggiori opportunità di distribuzione rispetto ad altre piattaforme per dispositivi mobili. Oltre al Play Store, su Android esistono dozzine di altri app store, ad esempio GetJar, Yandex, LG SmartWorld e Samsung Galaxy AppsBusiness of Apps - The Ultimate App Store List - February 2015.

Fatto #09

Mentre gli utenti su altre piattaforme non possono scaricare app store alternativi senza effettuare il "jailbreak" al proprio telefonoApple Developer - App Store Review Guidelines - Rule 3.2.2.(i), Google non esclude gli altri store da Android e per questo è l'unico sistema operativo per dispositivi mobili tra i principali a consentire più app store.

Fatto #10

Gli utenti Android possono personalizzare completamente la schermata Home con strumenti per l'avvio delle applicazioni e widget, oltre a cambiare l'aspetto del dispositivo. Anche le app preinstallate possono essere rimosse dalla schermata Home o completamente disattivate.

Fatto #11

I produttori di dispositivi e gli operatori di telefonia mobile spesso precaricano sui telefoni altri app store oltre a Google Play, ad esempio Samsung Galaxy Apps o MiMarket di Xiaomi.

Fatto #12

Poiché gli app store di terze parti non sempre aderiscono ai rigidi controlli del Google Play Store sulla sicurezza delle app, Google Play non consente di scaricare altri app store direttamente dal Play Store. Ulteriori informazioni

Fatto #13

La maggior parte dei principali produttori di dispositivi Android decide di personalizzare l'aspetto dei telefoni per differenziarli.

Fatto #14

Un'app preinstallata non impedisce ad app simili o concorrenti di avere più successo. Hangouts fa parte della suite di app di proprietà di Google, tuttavia WhatsApp, un altro servizio di messaggistica, ha più di un miliardo di utentiWhatsApp - WhatsApp Blog One Billion - February 2016 (tre quarti dei quali sono su AndroidVentureBeat - Three-quarters of WhatsApp users are on Android, 22% on iOS (study) - August 2015) e Facebook Messenger ha più di un miliardo di utenti attivi al meseFortune - Facebook Messenger Now Has 1 Billion Monthly Users - July 2016.

Fatto #15

Il 90% delle app Android su Google Play utilizza il sistema degli "intent" di Android, che consente agli sviluppatori di assegnare l'esecuzione di alcune azioni ad altre app. In questo modo gli utenti Android possono impostare qualsiasi app come predefinita per operazioni quali la ricerca o la navigazione sul Web, ad esempio UC Browser, Opera o Chrome.

Fatto #16

Se i produttori desiderano preinstallare le app Google, devono installare la suite completa di Google Mobile Services (GMS), poiché tali app sono state pensate per funzionare insieme, in modo da offrire agli utenti una serie di funzionalità di base (ad esempio la possibilità di salvare una foto di Gmail in Foto o di aprire un allegato di Gmail in Drive).

Fatto #17

Google non obbliga i produttori a firmare un accordo anti-frammentazione. Questo è una decisione del tutto volontaria presa dai produttori per evitare incompatibilità, un problema che comporta l'aumento dei costi di sviluppo e incide negativamente sull'esperienza utente.

Fatto #18

L'Android Open-Source Project (AOSP) è lo stack di software alla base del sistema operativo Android e comprende il sistema operativo, il middleware e app open source quali la tastiera del telefono, le app per le email e di messaggistica. Gli operatori di telefonia mobile, i produttori e gli sviluppatori possono farne uso per realizzare dispositivi e appAndroid - source.android.com.

Fatto #19

Android rende disponibile il test di compatibilità con i dispositivi per aiutare i produttori ad assicurarsi che le app Android funzionino sui loro dispositivi. I produttori che firmano i contratti volontari sulla compatibilità sono comunque liberi di scegliere quali app e app store, di proprietà o di terze parti, precaricare nei dispositiviAndroid - source.android.com.

Fatto #20

Google Mobile Services è una raccolta di 11 app per il lato utente e numerose app in background, tra cui Ricerca, Chrome, Play Store, Play Musica, Play Film, Drive, Foto, Maps, Gmail, Hangouts e YouTube. I produttori di dispositivi possono utilizzare questo servizio gratuito per assicurare che i telefoni offrano un'esperienza utente pratica, senza bisogno di configurazioni iniziali.

Fatto #21

Google Play Services è un insieme di funzioni che dà agli sviluppatori Android la possibilità di realizzare funzioni aggiuntive nelle proprie app, ad esempio l'aggiunta di una mappa, di una classifica a un gioco oppure la possibilità di trasmettere un video dall'app alla TV.

Fatto #22

Poiché si tratta di una piattaforma open source, il codice sorgente di Android può essere visualizzato, scaricato, modificato, migliorato e ridistribuito da chiunque, senza dover pagare commissioni, royalty o altri tipi di costi. Questo è il contrario di ciò che accade con i software closed source/proprietari, che non rendono mai pubblico il proprio codice sorgente e proibiscono tassativamente qualsiasi modifica.

Fatto #23

Sebbene le app Google siano preinstallate su alcuni dispositivi Android, numerose app di terze parti prosperano su questa piattaforma. Ad esempio, nei mercati in forte crescita come l'India, il 98% delle persone intervistate per un sondaggio utilizza WhatsApp di Facebook almeno una volta al mese per inviare messaggi, mentre solo il 32% utilizza Hangouts di GoogleEricsson ConsumerLab - Communication in the world of apps - June 2015.